fbpx

Giardinaggio per i bambini: 9 utili insegnamenti

Giardinaggio per i bambini: 9 utili insegnamenti

In che modo possiamo far staccare i nostri bambini dalla televisione?
Come fargli prendere una pausa costruttiva dai cellulari?

Si lo so, gli smartphone e la tv sono il male del secolo, ci allontanano dalla convivialità spostando tutta la comunicazione nel digitale.
Ci sono però diversi modi per ritornare nella realtà: uno di questi è rappresentato dal giardinaggio.
Il contatto con la terra è la via più naturale per riconnette i bambini con loro stessi, favorendo il lavoro comune assieme alla famiglia, dandogli la possibilità di usare la fantasia applicata al metodo: il giardinaggio per bambini in 9 semplici passaggi.

1. Il beneficio del coinvolgimento motivo

Le mani nella terra, il profumo dei fiori e i colori del giardino permettono al bambino di usare tutti i sensi a sua disposizione: possono toccare la terra bagnata, le piante, i semi, possono osservare dimensioni e colori delle piante così come gustare i frutti del proprio lavoro.
Riconciliandosi con la natura impareranno ad odorare i sapori puri di ortaggi e frutta così come di piante e fiori ascoltando i rumori del lavoro all’aria aperta.

2. Mamma non mi piacciono le verdure!

Non le mangio le verdure!

Quante volte hai trovato difficoltà nel convincere i tuoi figli a fargli mangiare frutta, verdura e legumi?
Se non hai mai avuto problemi, sei un genitore fortunato!
Se ti sei dovuta inventare ogni escamotage per nutrire i tuoi piccoli, il giardinaggio può essere la soluzione ai tuoi problemi.

Fai conoscere ai tuoi figli tutti i cicli necessari per coltivare e far crescere il cibo che finirà sulle loro tavole.
Il fatto che siano proprio loro a “creare” i loro alimenti, darà loro un motivo in più per mangiare il frutto del proprio lavoro.
La consapevolezza e l’attesa li renderà più incuriositi e impazienti di ottenere indietro qualcosa di buono per il tempo impegnato.

3. Nell’era del tutto e subito: il culto dell’attesa

L’attività di giardinaggio è sì divertente e coinvolgente ma richiede tempo per verificare l’efficacia del proprio lavoro.
La curiosità di vedere “cosa uscirà” dalla semina darà loro l’entusiasmo necessario per andare a monitorare quotidianamente i progressi della terra.
Così facendo non solo imparano che il tempo è necessario per raggiungere i propri obiettivi ma acquisiranno anche quelli che sono i passaggi fondamentali della natura.
Impareranno l’importanza di prendersi cura di qualcosa: quanta luce solare è necessaria, quanta acqua va data, che tipo di manutenzione riservare ad ogni singola pianta.

4. Migliora i rapporti di famiglia

L’essenza della famiglia nella condivisione!

È sempre più complicato, ormai, condividere esperienze con i propri figli.
Il giardinaggio aiuta a regalare momenti in cui bambini e genitori possono lavorare insieme. La scelta della semina e di dove andare a piantare, quali ortaggi e frutti raccogliere per preparare una ricetta, parlare assieme della giornata, concedersi momenti di relax e di armonia.
Il giardinaggio aiuta così a fortificare il rapporto della famiglia in un ambiente più che positivo.

5. L’attività manuale

Il giardinaggio consente ai bambini di “tornare alla realtà”: abbandonando per qualche ora i videogames saranno catapultati nel momento, nel qui ed ora.
Il lavoro manuale, in questo senso, facilita maggiormente la connessione tra l’individuo e la terra, testando con mano la realtà giocando e divertendosi allo stesso tempo.

6. Chi si prende cura delle piante?

Responsabilizziamo i nostri bambini.
Solo grazie alle loro cure le piante potranno crescere sane: questo è un aspetto importante che darà loro consapevolezza dei propri mezzi e li renderà responsabili dell’esito positivo del loro lavoro. Ogni passo, ogni premura, ogni piccola attenzione sarà indispensabile per far capire loro quanto in ogni cosa ci sia bisogno di costanza e dedizione. In un’era in cui a nessuno manca nulla e si fatica poco per ottenerla, il giardinaggio può essere una buona scuola per fortificare dei valori decisamente importanti per la crescita dei bambini.

7. Il concetto di strategia

Pianificare e organizzare la semina, sapere il periodo giusto per la fioritura e della raccolta, comprendere i meccanismi che regolano il giardinaggio, dà modo ai bambini di cominciare a strutturare il concetto di strategia. Una giusta organizzazione consentirà loro di comprendere quanto la pianificazione del lavoro sia importante per ogni aspetto della propria vita.

8. Dove iniziare? Ci vuole creatività!

Per coinvolgere il tuo bambino nelle attività di giardinaggio non è necessario avere un giardino o uno spazio grande dove mettere dei vasi.
Sarà ancora più divertente usare raccoglitori alternativi quali scatole, vasetti dello yogurt, bicchieri, vasi delle conserve, vaschette portauova e magari poi dipingere gli stessi dando così sfogo a creatività e originalità.

9. Sii paziente

Chiudiamo con un suggerimento: sii paziente con i tuoi bambini. Fare giardinaggio significa sporcare e, in fondo, deve essere un gioco.
Lascia che provino da soli a fare le cose pur dando loro i giusti consigli.
Lascia che si esprimano, che sbaglino, permetti loro di godersi il momento.
Crea armonia, vedrai che sarà un banco di prova anche per te.
Sia i bambini che il corso naturale delle piante sapranno come ricompensarti.